Vergogna è l’unica parola che in questi giorni questo paese e i suoi apparati si meritano come definizione. Non bastava il comportamento indegno delle cariche agli operai di pochi giorni fa. Al processo per l’omicidio di Stefano Cucchi pure uno sfottò da stadio in aula, da parte degli imputati, agenti di Polizia penitenziaria (assolti per “insufficienza di prove” ?!?) che, privi di ogni pudore umano mostrano il dito medio alla sorella ed ai genitori di Stefano. Un senso di vergogna dovrebbe avere lo Stato, che non solo concede le divise a simili esseri “umani”, ma permette loro di tenersele.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone
, ,
Similar Posts
Latest Posts from CòmInfo

Lascia un commento