di Francesco Valerio della Croce, Coordinamento naz.le FGCI e Comitato centrale PCI

Contrarre un mutuo per andare in pensione, dopo aver passato una vita di lavoro per ripagare magari quello fatto per acquistare una casa per la propria famiglia o per aiutare i figli è un’idea criminale. I maggiori beneficiari sono nel sistema bancario, i più colpiti sono i lavoratori dipendenti. Le solite parti di sempre, insomma.
Un lavoratore con 63 anni di età con 39 anni di contributi ed una possibile pensione di 1200 euro, ad oggi, dovrebbe aspettare ancora 3 anni e 10 mesi per andare in pensione. Con l’attuale accordo potrebbe andare subito con una penalizzazione di circa 60 euro ogni anno mancante al requisito richiesto, quindi circa 220 euro al mese per 20 anni, quindi dopo quasi 40 anni di lavoro una pensione di 980 euro per 20 anni, cioè fino alla fine della vita!

Il governo sta preparando un sistema macchinoso – e probabilmente illegittimo – per disparità di trattamento per le varie categorie di lavoratori. Non lo vogliamo e possiamo accettare.
Noi vogliamo un’altra riforma: lavorare meno per lavorare tutti. Quindi ridurre l’età pensionabile con pensioni adeguate per dare il meritato riposo a chi ha lavorato tutta una vita e far lavorare i giovani. Come? Proponiamo un tetto massimo di 5 mila euro sulle pensioni da cui è possibile ricavare miliardi di euro per ridurre l’età pensionabile e aumentare le pensioni minime, per dare concretamente lavoro ai giovani precari e disoccupati.
Questi provvedimenti essenziali e di giustizia non potranno mai essere adottati da questo governo, che ha come obiettivo la cancellazione dei diritti in favore dei privilegi per pochi e delle misere concessioni per molti. Per questo dobbiamo mandarli a casa.

Il 21 ottobre costruiamo lo sciopero generale e la mobilitazione in tutte le città. La FGCI  ci sarà, un autunno di lotte ci aspetta, un autunno di protagonismo dei giovani.

campagna lavoro FGCI

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone
, , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from CòmInfo

Lascia un commento