Foto Roberto Monaldo / LaPresse 12-12-2013 Roma Cronaca Assemblea Fiom davanti a Palazzo Chigi Nella foto Un momento della manifestazione Photo Roberto Monaldo / LaPresse 12-12-2013 Rome (Italy) Demonstration organized by Fiom union In the photo A moment of the demonstration

Le rilevazioni dell’Istat sono, oramai, un bollettino di guerra: disoccupazione fissa, anzi, in crescita quella dei giovani (oltre il 40%).  – E’ quanto dichiara Francesco Valerio della Croce, Segretario nazionale della Federazione Giovanile Comunista Italiana – Le responsabilità sono chiaramente attribuibili alle politiche degli ultimi governi, – prosegue Della Croce – che tuttavia non riescono a mascherare il disastro nemmeno con la vergogna dei voucher che ha legalizzato il lavoro nero, ma sappiamo bene che il mandante è in Europa. Le regole e i parametri europei esigono che, per avere un minimo margine di flessibilità (parliamo di decimali in un bilancio cioè spicci), non si intacchi il nostro livello di disoccupazione. Sembra un libro di Kafka – sottolinea Della Croce – e invece sono i trattati dell’Unione europea. Per affrontare il tema della disoccupazione – conclude il Segretario della FGCI – serve riduzione di orario ed età di lavoro, investimenti dello Stato in ricerca e innovazione, piano industriale e di riassetto del territorio, ma tutto questo non sarà possibile senza il superamento dell’Unione europea e di tutti i suoi vincoli, euro compreso. Per salvare l’Italia occorre liberarla dai vincoli soffocanti della UE.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone
, , , ,
Similar Posts
Latest Posts from CòmInfo

Lascia un commento