Dichiarazione della FMGD per il 1°Maggio

La Federazione Mondiale della Gioventù Democratica chiama i suoi membri, i giovani pionieri e progressisti del Mondo, a celebrare il Primo Maggio/Giornata del Lavoro. 131 anni dopo, la FMGD ricorda e onora i primi martiri di Chicago, mantenendo allo stesso tempo le loro idee e il fine del loro sacrificio, in cui essi restano vivi, rafforzando l’unità dei lavoratori di oggi nella lotta per il lavoro e i diritti, per la pace e la giustizia sociale.

La lotta e le morti di Chicago furono seguite da altre lotte: in ogni angolo del mondo, la classe lavoratrice combattè, lottò e si sacrificò anche in circostanze in cui, oltre all’oppressione di classe, vi era il volto dell’oppressione coloniale.

La lotta della gioventù e dei lavoratori oggi a livello globale è chiamata a contrastare l’acidità della barbarie imperialista, in cui si intensificano le guerre e gli interventi stranieri, allo stesso tempo questa sta minacciando e destabilizzando la pace. L’inasprimento dei conflitti imperialisti ha accresciuto lo sfruttamento dei popoli con sviluppi nel mondo che riflettono l’aggressione contro i movimenti dei lavoratori e della gioventù antimperialista. Di conseguenza, specialmente per fuggire dalla guerra e dal fascismo, milioni di persone hanno seguito la via dell’immigrazione e del rifugio, e purtroppo hanno trovato difronte xenofobia, movimenti fascisti e sfruttamento del lavoro.

Inoltre, il Primo Maggio incontra per un altro anno ancora i lavoratori e i giovani nel mondo sofferenti a causa delle gravi conseguenze della crisi mondiale del capitalismo. Le politiche conservatrici, neo liberiste e antioperaie continuano a spingere i popoli verso la miseria e l’impoverimento. La precarietà domina i giovani e i lavoratori,  in essa si trovano ad affrontare la disoccupazione, lo sfruttamento del lavoro e a guardare la dissoluzione dei loro diritti acquisiti.

Allo stesso tempo, i giovani e i lavoratori nel mondo sono preoccupati rispetto alla nuova ondata di aggressività manifestata dagli Stati Uniti sotto una nuova amministrazione, dalla NATO  e i suoi alleati. Questa nuova ondata di attacchi è la continuazione della politica imperialista della NATO, che è finalizzata allo sfruttamento  delle risorse naturali di Stati indipendenti e sovrani, così come per il controllo dei nuovi mercati. I più recenti esempi di aggressione imperialista riguardano il bombardamento contro la Siria (6 aprile 2017), così come la violenza continua e le uccisioni dei bambini e di civili palestinesi. Questi attacchi riguardano anche i tentativi di interferenza sulla indipendenza e la sovranità del Venezuela, attraverso le aggressioni imperialiste contro il popolo venezuelano che sta patendo la soffocante pressione imperialista e la manipolazione delle masse da parte dei media imperialisti. Gli imperialisti si esprimono con una politica provocatoria senza precedenti che è finalizzata a far emergere il proprio potere, come l’atto degli USA di bombardare l’Afghanistan con la più potente bomba convenzionale, che è chiamata “la madre di tutte le bombe”.

L’anno 2017 è importante per la FMGD, in cui mira a rafforzare il movimento antimperialista giovanile attraverso il 19° Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti. Ogni appello della FMGD fino a Ottobre 2017 va sotto lo slogan:

“Per la Pace, la Solidarietà e la Giustizia Sociale lottiamo contro l’imperialismo – Onorando il passato costruiamo il futuro”

La FMGD invia un messaggio di unità e solidarietà a tutti i giovani progressisti e democratici del mondo, invitandoli a sostenere uniti i lavoratori e le classi popolari. Ad intensificare la loro lotta antimperialista attraverso la lotta organizzata, poichè il futuro e il benessere dei popoli sono incompatibili con questo sistema ingiusto e di sfruttamento.

Lunga vita alla lotta antimperialista!

Lunga vita al Primo Maggio!

A nome della FMGD, l’HQ, Budapest, 30 Aprile 2017

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Lascia un commento