di Francesco Valerio della Croce, Segretario nazionale FGCI

Sfruttamento e ora anche violenza: questa è l’alternanza scuola-lavoro. E’ di queste ore la notizia dell’arresto di un imprenditore di Monza, accusato di aver violentato 4 studentesse minorenni in alternanza scuola-lavoro presso il suo esercizio commerciale. Temiamo, da quanto dichiarato dal procuratore di Monza, che le vittime potrebbero essere anche di più. Non solo quelle ragazze si trovavano in piena estate a lavorare gratuitamente presso quest’attività commerciale secondo nessuna ragione logica – se non quello dello sfruttamento del loro lavoro – e accettabile, ma adesso arriva questo caso inaudito di violenza sessuale. E’ ora che il Ministero dell’istruzione si assuma le sue responsabilità, dopo questo episodio barbaro, dichiarando il fallimento dell’alternanza scuola-lavoro, che ha esposto i ragazzi italiani anche a queste situazioni di pericolo.

Inviamo alle quattro studentesse la nostra solidarietà, che non può che esprimersi con tutta forza nella protesta e nella richiesta di abolizione dell’attuale sistema di alternanza scuola-lavoro, che sottrae tempo all’attività didattica, sfrutta il lavoro dei giovani ed espone questi ultimi anche ai rischi di cui oggi parlano tutti i giornali.

Cancellare l’alternanza, ora!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone
, , ,
Similar Posts
Latest Posts from CòmInfo

Lascia un commento