Dichiarazione del Segretario nazionale della FGCI sull’arresto di 9 giovani del Komsomol ucraino, mentre si recavano al Festival internazionale antimperialista di Sochi.

9 giovani compagni della Gioventù (Komsomol) del Partito Comunista di Ucraina sono stati arrestati dalle autorità del regime golpista di Kiev, alla frontiera con la Russia, mentre si recavano al Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti a Sochi, perché in possesso di nastri di San Giorgio e simboli comunisti. Le motivazioni di questo arresto, apprese dalla delegazione della FGCI in questi giorni al Festival di Sochi, ci confermano un clima di repressione in cui l’anticomunismo e la punta di diamante di un’offensiva contra la democrazia e la libertà.
A loro la nostra solidarietà internazionalista: denunciamo questo ennesimo atto antidemocratico e persecutorio contro i comunisti ucraini, che si consuma in Europa nell’indifferenza e con la complicità delle Istituzioni, quelle europee in primi.

Francesco Valerio della Croce, Segretario Nazionale della FGCI

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone
, , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from CòmInfo

Lascia un commento