Home Home I Fridays for Future, l’ambiente e i giovani.

I Fridays for Future, l’ambiente e i giovani.

La giornata di domani rappresenta un po’ dies irae per il “Global Climate Strike”, appuntamento principale  nell’ondata di mobilitazioni mondiali che ha portato in piazza migliaia di giovani durante i “Fridays for Future”, giorni di protesta in cui si richiede ai Governi di prestare maggiore attenzione alla tutela dell’ambiente in relazione al contrasto al cambiamento climatico. L’idea nasce da una giovane attivista svedese di sedici anni, Greta Thunberg, che ha sensibilizzato le generazioni più giovani ricercando sostegno alla sua personale (almeno all’inizio) lotta contro l’indifferenza mondiale al problema climatico.  La sua protesta ha coinvolto centinaia di migliaia di giovani, scesi in piazza senza bandiere ma con l’obiettivo comune di spingere i rispettivi Governi a politiche di tutela ambientali.

La FGCI supporta le lotte per ricercare una maggiore attenzione e tutela dell’ambiente, riconoscendo nel cambiamento climatico una questione di importanza cruciale che necessita di una risposta sociale e politica, collegata anche a tutti i problemi ad essa collegata. Auspichiamo che tali proteste possano contribuire ad approfondire la questione,per prendere coscienza del fatto che il sistema economico capitalista non può sacrificare alla tutela dell’ambiente la sua vocazione alla massimizzazione del profitto. Il modello capitalista tra la logica del profitto e la salvaguardia ambientale sceglierà sempre la prima, sacrificando la seconda. 

Come giovani, sentiamo fortemente il bisogno di rinnovare la politica ambientale e climatica, per proporre uno sviluppo in sintonia con l’ambiente. Basta richiamare l’impegno intensificato di paesi come La Cina per la riduzione delle emissioni inquinanti per scoprire che un modello di sviluppo che tuteli l’ambiente è possibile, e sempre più necessario.

Gli appuntamenti in tutta Italia sono qui riportati: