Home Home 25 Aprile: ora e sempre!

25 Aprile: ora e sempre!

Il 25 Aprile è da anni una scusa per le peggiori polemiche reazionarie: dalle parole del Ministro dell’Interno sul “derby” fuori dal tempo tra fascisti e comunisti (coi primi ci è stato alleato fino a poco tempo fa), al tentativo di infiltrazione Sionista nelle celebrazioni, tentativo volto a creare una mentalità filo-israeliana di massa. Ma noi non perdiamo la coscienza del significato di tale ricorrenza, che è ben più di una festività: è la data simbolo della Liberazione dalla dittatura Fascista, della conquista della Democrazia Repubblicana nel nostro paese.

Ultimamente abbiamo visto con preoccupazione i tentativi di gruppi palesemente neonazisti di infiltrare il 25 Aprile: a casa Cervi è saltato, grazie alla vigilanza antifascista dei compagni, un’incontro con l’associazione Italia Ucraina Majdan, gruppo volto a diffondere la cultura politica dell’Ucraina nata dal Majdan, ovvero da manifestazioni violente ed eversive di stampo neonazista e xenofobo. Ma si vedono anche grandi episodi di resistenza moderna come la lotta dei 33 compagni di USB della GLS Piacenza che sono disposti ad occupare il tetto, sotto pioggia e vento, anche fino al 25 Aprile, protestando contro il licenziamento ingiusto (e a loro va tutta la solidarietà della FGCI).


Insomma: il 25 Aprile non è storia passata, è storia contemporanea e anche futura; il suo significato, la sua forza evocativa non saranno mai fiaccate, nonostante l’allontanarsi dal 1945, da tutte quelle turpi volontà pronte a distruggerlo o sfruttarlo per i propri meschini tornaconti.

IL 25 APRILE NON E’ UNA RICORRENZA. ORA E SEMPRE RESISTENZA!

Segreteria Nazionale FGCI