Home Home Sicilia. Ancora morti sul lavoro.

Sicilia. Ancora morti sul lavoro.

di Amedeo Salice, segretario FGCI Catania

La già lunga lista di morti sul lavoro di questo 2019 si allunga. E tocca ancora la Sicilia.

Dopo i noti incidenti mortali avvenuti a Palermo negli ultimi tempi, a perdere la vita stavolta è un giovane di Scordia (CT): Rocco Lanza, operaio, 26 anni.

Mentre lavorava all’interno del deposito di un privato, Rocco è stato travolto e schiacciato dal materiale ferroso che stava manovrando dal basso, molto probabilmente a causa del mancato funzionamento dell’imbragatura che lo sovrastava.

La nostra terra si bagna per l’ennesima volta di sangue operaio, proletario, versato sul posto di lavoro. Rocco è l’ennesimo lavoratore vittima del sistema capitalista, di quella borghesia accecata dal vile dio denaro che, nel nome del massimo profitto, omette gli adeguati servizi e strumenti per garantire la sicurezza sul posto di lavoro, cancellando i diritti – e spesso anche le vite – di tanti uomini e donne con un semplice tratto di penna.

Sono già 222, dall’inizio dell’anno a oggi, i lavoratori che hanno perso la vita sui luoghi di lavoro. Vittime non più di semplici incidenti, ma di veri e propri omicidi di cui la classe padronale si macchia quotidianamente le mani.

La Federazione Giovanile Comunista Italiana esprime il proprio dolore per la tragica morte di Rocco e la vicinanza alla famiglia dell’operaio.