Home #NuovaGenerazione ARCELORMITTAL: ED È SUBITO LOTTA DI CLASSE

ARCELORMITTAL: ED È SUBITO LOTTA DI CLASSE

di Dennis Vincent Klapwijk, Responsabile Nazionale Lavoro FGCI

Primo giorno di Fase Due e subito è stata mobilitazione operaia. L’azienda comunica la cassa integrazione, i lavoratori scendono in piazza. Oltre ad una nostra ovvia e persistente solidarietà, anche militante, mostrata peraltro immediatamente dalle strutture regionali della FGCI (e del PCI) che hanno rilanciato con ogni mezzo a disposizione i contenuti della protesta, questa mobilitazione ci spinge ad un’altra azione attiva: sottolineare la dimostrazione pratica di come la Lotta di Classe portata avanti dai lavoratori sia ben lontana dalla sua fine, fine che ancora oggi i padroni si augurano.

La pandemia, oltre a mostrare quali siano le vere società che si basano su solidarietà ed uguaglianza (Cuba, Vietnam, Cina, tutti paesi guidati dal partito comunista) internazionale, ha mostrato quanto feroce sia il sistema capitalista anche a coloro che si raccontavano di vivere nell’occidente democratico e paradisiaco.

Dalla Gran Bretagna dove il premier ha toccato con mano la sua idea di metodo di cura economico per la popolazione, agli Stati Uniti dove un soggetto non propriamente equilibrato siede alla presidenza ed incita i suoi elettori ad iniettarsi sostanze velenose, arrivando al nostro paese, dove le grandi lobbies dei padroni avevano a cuore solo la produzione, eseguendo quindi continue pressioni perché si andasse avanti con gli introiti a spese della vita di chi lavora.

Questo sistema non è più sostenibile. Oltre alla lotta al virus deve esserci anche la lotta al Capitalismo, sistema fonte della barbarie che fa impallidire qualsiasi pandemia.