Home #NuovaGenerazione I FRUTTI DELLA TERRA E DEL LAVORO

I FRUTTI DELLA TERRA E DEL LAVORO

di Dennis Vincent Klapwijk, Responsabile Nazionale Lavoro FGCI

Oggi i braccianti agricoli scioperano.

I nuovi schiavi, neri e bianchi, coloro che per una paga da fame evitano a noi di patirla raccogliendo i frutti della terra, alzano la loro voce. Da troppi anni il caporalato è la piaga dei campi italiani, da nord a sud. Ma essendo lontana dagli occhi, questa piaga, da pochi viene percepita.

I padroni si giustificano sempre “la grande distribuzione ci obbliga a tenere le paghe dei lavoranti bassissima”. Bugia, esistono eccezioni ovunque, la realtà è che a molti piace lucrare e lucrare e lucrare, pagando in nero per risparmiare sempre di più sulle tasse.

La grande distribuzione sa che per uno che si ribella alle sue logiche molti altri preferiranno chinare la testa e approfittare di questa situazione per guadagnare sulla pelle dei più deboli, alimentando questo circolo vizioso del più forte che abbatte il più fragile.

Lo sciopero di oggi, un sussulto di dignità e di forza, mostra che, come sempre dal basso partono i grandi cambiamenti.

Da chi lavora, i lavoratori, coloro che creano effettivamente i frutti del lavoro.