Home #NuovaGenerazione OSCURAMENTO DEI SITI FASCISTI: POSITIVO…. MA OCCHIO AI TRUCCHI DELLA CENSURA!

OSCURAMENTO DEI SITI FASCISTI: POSITIVO…. MA OCCHIO AI TRUCCHI DELLA CENSURA!

di Segreteria Nazionale FGCI

L’oscuramento dei siti social (FB e Instagram), nonché di alcuni profili e pagine di vari esponenti del neofascismo, ovviamente da noi della giovanile comunista non è visto negativamente, anzi: da sempre sosteniamo che il neofascismo non dovrebbe avere nessun tipo di agibilità politica, tantomeno “libertà di espressione democratica”, alla quale spesso i fascisti si appellano per essere poi i primi a negarla agli altri gruppi quando (vedi la recente Ucraina) ottengono effettivo e reale potere politico, a maggior ragione alla luce delle scene viste stamattina a Roma.

Quindi esprimiamo sicuramente un’opinione favorevole sia alla loro censura che alla motivazione portata dai gestori dei social network: sono stati censurati in quanto movimenti che propagandano odio. Tuttavia esprimiamo alcune domande: 1) Perché sono stati censurati solo adesso?
Le regole che bloccano i contenuti propagandanti odio esistono da quando i social sono nati, eppure solo oggi nel settembre 2019 si è vista una vera azione di oscuramento dei siti fascisti 2) Vedremo i garanti dei social network fermarsi qui? Aver atteso anni per oscurare siti che non hanno mai nascosto la propria tendenza (anzi, hanno semmai approfittato della libertà loro lasciata sui social per fare spesso apologia di fascismo dichiarata) a noi, spiace dirlo, non rende tanto l’idea di passione antifascista, quanto di tattica e strategia.

E se così fosse, sarebbe il caso di stare attenti anche noi: non abbiamo dimenticato che, stranamente, alle volte anche alcuni “nostri” contenuti sono scomparsi dai social, senza che quasi nessuno se ne accorgesse.

All’erta stiam.