Home #NuovaGenerazione La FGCI esprime solidarietà al Donbass e a tutti gli antifascisti

La FGCI esprime solidarietà al Donbass e a tutti gli antifascisti

di Dipartimento Esteri FGCI

La FGCI esprime la sua solidarietà a Riccardo Sotgia, un coraggioso antifascista, e condanna le minacce di Kiev agli antifascisti di tutto il mondo.

Riccardo è un grande compagno che pratica attivamente la solidarietà proletaria e internazionalista. Andò tre volte nel Donbass, per monitorare le elezioni locali e portare gli aiuti tanto necessari alla popolazione sotto assedio. L’aiuto di Riccardo, su base completamente volontaria, dovrebbe essere lodato da tutti e tenuto in grande considerazione, come lo erano le Brigate Internazionali in Spagna.

Al contrario, elementi nazisti nello Stato ucraino cercano di punirlo per questo, accusandolo di cospirazione armata, spionaggio e terrorismo. Queste accuse sono ridicole e possono essere ritenute veritiere solamente dai più convinti nazionalisti ucraini, ma comportano ancora un alto rischio personale per Riccardo: il regime ucraino post-Maidan cerca di soffocare con violenza tutte le voci antifasciste e democratiche che dicono la verità riguardanti il paese.

La FGCI osserva che l’elezione di Volodymyr Veelensky ha lasciato al loro posto una miriade di nazisti e nazionalisti ucraini, che ora costituiscono la spina dorsale dello Stato ucraino. È meglio del rabbioso nazista
Poroshenko, ma la libertà di azione per i nazisti nell’Ucraina post-Maidan è immutata.

La FGCI sostiene l’azione di Riccardo e di tutti gli antifascisti alla causa democratica in Ucraina, allo stato del Donbass e in difesa della riunificazione della Crimea con la Russia. Chiamiamo lo Stato italiano e giustizia a fare lo stesso e a proteggere Riccardo dalle minacce di Kiev, in nome della nostra Costituzione, nata dalla Resistenza al Nazifascismo.

Per l’Antifascismo, per la Democrazia e per il Donbass!